L’Arte della Domenica, la notte stellata di Van Gogh

La Notte stellata (De sterrennacht) è un dipinto del pittore olandese Vincent van Gogh, realizzato nel 1889 e conservato al Museum of Modern Art di New York. Il dipinto raffigura un paesaggio notturno di Saint-Rémy-de-Provence, poco prima del sorgere del sole.

Edward Munch, Il Sole (1911)

L’Arte della Domenica con Edward Munch, Il Sole (1911) La luminosità nascosta e poco nota di Munch. E’ ubicato nell’aula magna dell’Università di Oslo.

Alfons Maria Mucha, Estate (1896)

L’Arte della Domenica con Alfons Maria Mucha, Estate (1896) E’ dipinta all’interno del ciclo delle stagioni alla fine dell’Ottocento. Qui emerge tutta la sensibilità di Alfons Maria Mucha nel ritrarre donne di una bellezza leggiadra ed eterea ma al contempo dotate di

Giuliano Tommasi, Piazza delle Erbe (1938)

L’Arte della Domenica con Giuliano Tommasi, Piazza delle Erbe (1938). Ora si può tornare a far rivivere il dipinto dal vivo, ma sempre con moderazione. L’opera è visibile a Palazzo Zuckermann in “Novecento al Museo”, fino al 30 agosto. Ingresso gratuito. Giuliano

Banksy, This Is A White Problem (6 giugno 2020)

L’Arte della Domenica con Banksy, This Is A White Problem (6 giugno 2020) “All’inizio ho pensato che avrei dovuto restare in silenzio e ascoltare la gente di colore sulla questione. Ma perché dovrei? Questo non è un loro problema. È un mio

Le Amiche – Ubaldo Oppi (1924)

L’Arte della Domenica con Le Amiche – Ubaldo Oppi (1924) Che cosa si staranno mai confidando Le Amiche, ritratte da Ubaldo Oppi con alle spalle di una scultura di un’amazzone? Esposto alla Biennale del 1929 ebbe un successo dirompente.

Il Castello dei Pirenei – René Magritte (1959)

L’Arte della Domenica con Il Castello dei Pirenei – René Magritte (1959) Un dipinto che potrebbe esser stato ispirato da Laputa, il castello narrato ne I Viaggi di Gulliver. A sua volta questo dipinto fu dunque di ispirazione al fotografo e scultore

Sulla Spiaggia – Edouard Manet

L’Arte della Domenica con Sulla Spiaggia – Edouard Manet (Estate 1873) Da notare la veletta di mussola che “protegge” il viso di Suzanne, la moglie di Manet.