Antiche fiere e sagre gustose in Veneto: cosa fare nel weekend

5 feste da non perdere, tra tradizioni e golosità, dal 4 al 6 novembre 2022

Tempo di lettura: 2 minuti

Quanto ci sono mancate le fiere! Finalmente nei weekend colori, profumi, sapori, tradizioni si riprendono le nostre piazze. Le nostre bancarelle preferite restano quelle di cibarie. Ed è proprio all’insegna del gusto che abbiamo impostato la nostra selezione di eventi. 

Nel Padovano

1. ANTICA FIERA DI SAN MARTINO
Dal 5 al 13 novembre a Piazzola sul Brenta

Piazzola sul Brenta è famosa per l’amato mercatino d’antiquariato che si tiene ogni ultima domenica del mese. Ma anche la tradizionale Fiera di San Martino, che si svolge una volta l’anno, che dura ben nove giorni, è molto attesa. L’inaugurazione è prevista per sabato 5 novembre alle 17, mentre alle 18 si darà il via alla trentottesima edizione della Mostra dell’Artigianato e del Commercio e Stand Gastronomico, che domenica 6 terrà aperto tutto il giorno con numerose bancarelle con prodotti a chilometro zero. Informazioni

Nel Trevigiano

2. ANTICA FIERA DI SANTA LUCIA DI PIAVE
Sabato 5 e domenica 6 novembre a Santa Lucia di Piave

Prodotti della terra, ceramiche, stoffe, pelli e bestiame fanno della Fiera di Santa Lucia di Piave una tradizione che vive da millenni. L’omonimo Comitato, dopo un’attenta ricerca storica negli archivi comunali, propone la rievocazione della fiera medievale con una mostra-mercato di merci tipiche del tempo (tessuti pregiati, canapa e lane di Fiandra, cavalli e asini). Con i soldi veneti antichi, cambiati dai cambiavalute, poi, si potranno assaggiare i prodotti locali di “casari”, “luganegheri”e “vinari”, insieme a giullari, musici e saltimbanchi. Informazioni

3. VINI DA TERRE ESTREME
Domenica 6 e lunedì 7 novembre a Villa Braida, Mogliano Veneto


L’evento “Vini da Terre Estreme”, alla sua decima edizione, rende omaggio a quei vini che, coltivati in aree cosiddette estreme (montagna, forti pendenze, terreni rocciosi, terrazzamenti, gradoni, sabbie, piccole isole) hanno come denominatore comune l’essere frutto di un’agricoltura con origini e storia secolari, tramandata di generazione in generazione. Professionisti ed appassionati avranno l’opportunità di conoscere e degustare la miglior produzione di etichette eroiche in un percorso ideale che attraversa tutta l’Italia. Informazioni

Nel Veronese

4. FESTA DEL BOLLITO E DELLA PEARÀ
Dal 3 al 6 novembre a Bussolengo, Sala Polivalente ex Bocciodromo

Tra i piatti della tradizione veronese, uno dei più conosciuti è il “bollito con la Pearà”, cioè un bollito di carne e verdure servito con una purea di pane grattugiato, insaporita da abbondante pepe. Ognuno ha la propria ricetta, ma gli ingredienti di base sono gli stessi. Questa specialità sarà la protagonista della festa di questo weekend a Bussolengo, animata anche da musica dal vivo. Informazioni

Nel Vicentino

5. FESTA DELLA PATATA NATURALE DELL’ALTO ASTICO E DI TONEZZA
Domenica 6 novembre (e tutte le domeniche, fino a fine novembre) a Tonezza del Cimone

È la prima festa gastronomica italiana che valorizza le patate naturali di montagna e vallata, coltivate senza l’uso di erbicidi, fertilizzanti chimici e antiparassitari. Si svolge all’interno di ristoranti apprezzati per la loro qualità e accoglienza. Tra i piatti più richiesti, ovviamente, ci sono gli gnocchi di patate, prodotti a mano e conditi con differenti sughi: ragù di carne, funghi porcini, pomodoro e basilico, burro e salvia, o altro ancora. Informazioni