I 7 eventi più originali e “sostenibili” del weekend in Veneto

Tempo di lettura: 2 minuti
Una tradizione spettacolare. La Festa del Redentore a Venezia

Dalle passeggiate accompagnate da musica medievale alle gite in canoa per pulire l’ambiente, questo weekend ci dedichiamo agli eventi più originali e alla sostenibilità, senza trascurare i festival più interessanti dell’estate e le tradizioni.

1. UNA TRADIZIONE SPETTACOLARE. La Festa del Redentore
Sabato 16 luglio alle 23.30 in Bacino di San Marco, Venezia

È uno di quegli eventi a cui i veneziani non rinunciano per niente al mondo e che tutti gli altri dovrebbero vedere almeno una volta nella vita. In programma ogni terzo weekend del mese di luglio, ricorda la fine di una terribile pestilenza, celebrata con l’edificazione dell’omonima basilica del Palladio sull’isola della Giudecca, alla quale ci si reca in pellegrinaggio. L’usanza vuole che al tramonto del sabato le imbarcazioni, illuminate e addobbate con frasche e palloncini, raggiungano il Bacino di San Marco per ammirare dall’acqua lo spettacolo pirotecnico che inizia alle 23.30. Informazioni

2. LA PRIMA NAZIONALE. Spiralis Aurea per Operaestate Festival
Venerdì 15 luglio alle 21.20 al Teatro al Castello di Bassano del Grappa (VI)


Operaestate Festival porta a Bassano il nuovo progetto del chitarrista e compositore elettroacustico Stefano Pilia che mette in musica le connessioni tra natura e genere umano con strumentisti eccezionali: i chitarristi Adrian Utley, musicista e produttore inglese, membro dei Portishead, e Alessandra Novaga, chitarrista milanese che esplora ora i territori della sperimentazione, oltre ai violoncellisti Giuseppe Franchellucci e Mattia Cipolli, sperimentatori della musica contemporanea ed elettronica. Informazioni

3. VINO E BELLEZZA. “Sorsi d’autore” con Cesare Bocci
Venerdì 15 luglio alle 16:30 a Castelbrando, Cison di Valmarino (TV)

Nell’ambito della rassegna “Sorsi d’autore”, un pomeriggio dedicato ai piaceri del gusto, della bellezza e della cultura. Dopo la degustazione alle 16.30 di vini e formaggi, alle 18.45 è previsto l’incontro con Cesare Bocci, personaggio televisivo, ideatore e conduttore del programma “Viaggio nella grande bellezza”, moderato da Cinzia Tani. Informazioni

4. VINO E CINEMA. Cinema in Cantina, “Resina” di Renzo Carbonera
Venerdì 15 luglio alle 19.30 Vignale di Cecilia, Baone (PD)

Entrare in cantina in una serata di luglio, degustare dell’ottimo vino accompagnato dalle proposte culinarie e godere la proiezione del film sotto un cielo di stelle. “Cinema in cantina” è la nuova esperienza dell’estate euganea. Storie di vino, territori e artisti si incontrano nelle cantine di Strada del Vino Colli Euganei. Informazioni

5. LE CULTURE DEL MONDO. 27esimo GiaveraFestival
Dal 14 al 17 luglio a Giavera del Montello (TV)

“Dove portano i venti” è lo slogan di questo festival che incontra le genti e le culture del mondo. Sono attesi grandi ospiti. L’ultimo giorno, ad esempio, ci saranno il Quartetto per il dialogo nazionale tunisino, premiato nel 2015 con il Nobel per la Pace, Moni Ovadia, che offrirà un contributo sull’“Essere viventi”, Paolo Guerrieri che ragionerà sui mutamenti dell’attuale fase economica, e Andrea Pennacchi con “sbuffi spifferi folate… dove portano i venti?”. Informazioni

6. A DOMENICA ECOLOGICA. Sile Jazz Eco Day “The Clean River”
Domenica 17 luglio a Quinto di Treviso


Una giornata ecologica immersi nella natura all’insegna del rispetto ambientale e del jazz. L’appuntamento è alle 9 per un giro in canoa, con la pulizia del fiume insieme a Open Canoe Open Mind. Spazio ai più piccoli dalle 10 con il laboratorio musicale per bambini a cura di Luigi Mosso e l’escursione pomeridiana in canoa dalle 16.30. Non mancherà la musica, con il concerto di Redshift Trio alle 21. Informazioni

7. LA PASSEGGIATA MEDIEVALE. CantiViandanti
Sabato 16 luglio alle 18 a Tregnano (VR)

Un evento molto curioso e originale è CantiViandanti, un’iniziativa di Matteo Zenatti, cantante e arpista su strumenti storici. È una rassegna di passeggiate lungo i territori della Val d’Illasi, accompagnate da musica medievale. La durata complessiva è di circa due ore, attorno al colle Precastiol, sopra Tregnago. Si sale e si scende un po’, ma non è nulla di impegnativo. Bastano delle scarpe comode e dell’acqua, rassicura l’organizzazione. Informazioni