Cosa fare questo weekend in Veneto? 7 idee per gli indecisi

Dove andremo nel fine settimana dall’1 al 3 aprile

Tempo di lettura: 2 minuti
Fondazione Bisazza, © Marco Sartori Photo

Perdetevi, come Alice, nel Paese delle Fiabe. Oppure tra le sculture giganti e sfavillanti della Fondazione Bisazza. Inseguite il profumo di formaggio fino alle mura di Cittadella. O lasciatevi incantare dalla musica vibrante di Matinier e Seddiki.

1. L’EVENTO GUSTOSO. “Formaggi in Villa”
Da venerdì 1 a lunedì 4 aprile, Piazza Pierobon, Cittadella (PD)

L’evento nazionale dei migliori formaggi italiani giunge ormai alla decima edizione. La manifestazione si rivolge a tutti gli amanti del formaggio che, durante i quattro giorni, potranno assaggiare liberamente ed acquistare formaggi di qualità, italiani ed esteri, e partecipare a degustazioni guidate da esperti con l’abbinamento di vini e birre artigianali. Informazioni

2. TUTTO INTORNO ALL’“ABITARE”. Geonight
Venerdì 1 aprile dalle 16 ai Giardini dell’Arena di Padova

I Giardini dell’Arena, con la collaborazione del Museo di Geografia dell’Università di Padova, il Conservatorio di Padova e Associazione Reitia Art, propongono una serie di eventi performativi sul tema dell’“Abitare”. Artisti, musicisti, attori, performer ed un’expo fotografica racconteranno la loro visione dell’”Abitare”, delle barriere, della coesione e delle modalità attraverso le quali è possibile attivare artisticamente una riflessione per tutta la cittadinanza. Informazioni e programma

3. L’EVENTO DOC. Po
Venerdì 1 aprile alle 20.30 al Cinema Multiastra di Padova
Sabato 2 aprile alle 16.15 al Cinema Itala di Belluno  e alle 18.45 (e alle 21.15) al Cinema Edera di Treviso

Andrea Segre e Gian Antonio Stella firmano una nuovo documentario, “Po”, girato in Polesine, nella memoria dell’alluvione che lo sommerse nel 1951. «Il nostro film nasce dalla voglia di colmare quell’oblio e parte da due materiali cinematografici di rara bellezza: gli archivi in pellicola perfettamente conservati nell’Archivio Luce e i bambini polesani oggi ottantenni…». Al termine della proiezione è previsto l’incontro con gli autori. Informazioni

4. IL TEATRO IRRIVERENTE. Scoop (Donna Sapiens) di Giobbe Covatta
Sabato 2 aprile al Teatro Villa dei Leoni di Mira (VE)

L’irriverente Giobbe Covatta racconta, nel suo modo comico e surreale, col suo linguaggio dissacratorio, il proprio amore e rispetto per la donna, cercando di dimostrarne la superiorità sull’uomo e dedicandole, infine, un poetico omaggio. Non mancheranno interviste impossibili con personaggi che supportano tale tesi: da Dio stesso a un improbabile uomo del futuro. Informazioni

5. IL JAZZ CONTEMPORANEO. Jean Louis Matinier e Kevin Seddiki
Sabato 2 aprile alle 19.30, Sale Apollinee, Teatro La Fenice, Venezia

Un appuntamento che spicca tra i sei eventi all’insegna della multiculturalità della rassegna “Jazz&” di Veneto Jazz: il concerto del duo formato dai musicisti francesi Jean Louis Matinier, tra i più quotati fisarmonicisti a livello internazionale, e Kevin Seddiki, chitarrista che si è distinto accanto a Dino Saluzzi, Al di Meola e Michel Legrand. Insieme hanno intrapreso un viaggio pieno di contrasti e delicatezze, sfociato nel progetto discografico per Ecm, “Rivages”. Informazioni

6. IL PAESE DELLE FIABE. Lonigo in Fiaba, prima edizione
Sabato 2 e domenica 3 aprile dalle 10 al Parco Ippodromo di Lonigo (VI)

Alice nel Paese delle Meraviglie, Cenerentola, Aladino, la Sirenetta… il Parco Ippodromo di Lonigo si trasformerà per due giorni in luogo magico, dove le fiabe prenderanno vita e i bambini di tutte le età, ma anche i grandi, potranno divertirsi tra giochi, laboratori e atelier, nonché partire per un “Viaggio tra le Fiabe”, un percorso guidato tra i regni incantati. Programma

7. L’APERTURA STRAORDINARIA. Fondazione Bisazza riapre alle visite
Domenica 3 aprile dalle 11 a Montecchio Maggiore (VI)

Entrata Fondazione Bisazza

“Se l’eroina vittoriana per eccellenza ideata da Lewis Carroll, Alice, cadesse nella tana di un Bianconiglio del XXI secolo, senza dubbio si troverebbe a suo agio alla Fondazione Bisazza. Qui non abitano né la Regina di Cuori né il Cappellaio Matto, ma fanno bella mostra di sé una poltrona monumentale multicolore alta più di tre metri, un candelabro sfavillante color argento, di circa 850 chili, ricoperto di migliaia di tessere musive, e una meravigliosa, stravagante automobile rivestita di mosaico perfettamente funzionante”. Non perdete l’occasione di visitarla gratuitamente prenotando, a partire da questo weekend, ogni prima domenica del mese. Informazioni