Dagli incontrollabili Hobby Horse alle icone del jazz newyorkese: gli eventi del weekend

7 appuntamenti da non perdere in Veneto

Tempo di lettura: 2 minuti

Questo fine settimana i grandi classici si vestono di contemporaneo nella musica, nell’arte, come nella moda. E il risultato è incantevole e imprevedibile.

1. IL TEATRO. Susi Danesin in “4 Seasons” (foto copertina)
Venerdì 18 febbraio alle 18 al Centro Culturale Candiani, Mestre, Venezia

Piace pensare che sia stata una passeggiata nella natura a suggerire a Vivaldi l’idea dei suoi celebri quattro concerti e, per questo, il movimento è alla base di questo spettacolo senza parole. Il mimo Susi Danesin, seguendo il programma musicale originale, disegnerà una narrazione inedita, permettendo a chiunque di godere dell’esperienza, emotiva e didattica, che un’opera classica a carattere descrittivo come questa, può offrire. Informazioni

2. IL CONCERTO IMPREVEDIBILE. Hobby Horse
Venerdì 18 febbraio alle 19.30 e alle 21.30 al music bar Al Vapore, Marghera, Venezia

La musica di Hobby Horse è un imprevedibile mix di stili e generi, incontro a tratti violento fra linguaggi musicali, passando dalla slam poetry a hip hop, bossa nova, psichedelia, prog rock, techno e musica da camera. Nella loro imprevedibilità, però, i concerti trovano sempre una forma musicale con una incontrovertibile logica, frutto della fiducia reciproca e della lunga esperienza condivisa dei talentuosi musicisti. Informazioni

3. IL JAZZ NEWYORKESE. Tim Berne e Matt Mitchell
Venerdì 18 febbraio alle 21 al Centro d’Arte, Sala dei Giganti al Liviano, Padova

Tim Berne (alto sax) e Matt Mitchell (piano), due tra le più importanti figure del jazz contemporaneo, icone della scena newyorkese, saranno protagonisti al Centro d’Arte. Il loro legame artistico risale al 2009, quando il pianista entrò nel gruppo “Snakeoil” di Berne. Quest’ultimo comprese all’istante che Mitchell non solo aveva introiettato la sua musica meglio di chiunque altro, ma che il suo pianismo avrebbe potuto svelare aspetti nascosti di partiture dense di contrappunti e stratificazioni ritmiche. Informazioni

4. LA DANZA. Don Juan
Sabato 19 febbraio ore 20.45 e domenica 20 febbraio ore 18 al Teatro Comunale di Vicenza

La coreografia nasce dal desiderio del coreografo Johan Inger di confrontarsi con Don Giovanni, mito paradigmatico antico e ancora contemporaneo. Uno spettacolo brillante e profondo, meravigliosamente danzato dalla compagnia indipendente più importante d’Italia. Prima regionale. Informazioni

5. L’ELETTRONICA. Irtumbranda
Sabato 19 febbraio alle 21.30 al Circolo Nadir, Padova

Irtumbranda è il progetto solista del polistrumentista Luciano Turella. Nella sua musica si mescolano e convergono elementi attinti da ambienti diversi: studi classici, musica da club, amore per la complessità ritmica, attitudine pop e l’ardore melodico di ogni musica tradizionale. Informazioni: circolonadir@gmail.com

6. LA MOSTRA. Un Bacio ancora. L’Arte Contemporanea racconta
Fino al 13 marzo 2022 al Museo Civico di Asolo, Treviso


Esiste forse un gesto più universale del bacio? Dal primo bacio materno al «primo bacio» colmo di trepidazione, da quello passionale e colmo di seduzione al trepidante bacio d’addio, fino a quello, raggelante, del tradimento: ecco il caso lampante di una «ovvietà» quotidiana che si scopre contenere un intero universo di significati, per indagare il quale ben 42 artisti contemporanei hanno accettato con entusiasmo di regalare la loro creatività attraverso opere inedite di pittura e di scultura, di video art, fotografia e glicth art. Informazioni

7. LO SHOPPING (PRETTAMENTE VINTAGE). Vinokilo
Da giovedì 17 fa domenica 20 febbraio, Hall, Padova


Arriva a Padova il più grande pop-up shop di vintage al chilo d’Europa. Abiti vintage di alta qualità (dalla XXS alle taglie grandi) dagli anni ’60 agli anni ’00 a 35 euro al chilo, accessori unici, ma anche ottime vibrazioni e musica vintage. Informazioni