/

La vita attraverso un obiettivo: 8 eventi per un autunno all’insegna della fotografia

Tempo di lettura: 8 minuti
LE BAISER DE L’HOTEL DE VILLE, PARIS 1950, ROBERT DOISNEAU

Henri Cartier-Bresson diceva: “Una fotografia non è né catturata né presa con la forza. Essa si offre. È la foto che ti cattura”. E noi, in vista di questo autunno ricco di mostre e festival, vogliamo offrirvi un po’ di occasioni per farvi catturare dagli scatti di alcuni dei più geniali fotografi del nostro tempo.

1. Robert Doisneau a Palazzo Rovella, Rovigo. Dal 23 settembre 2021 al 30 gennaio 2022

Anche chi non è un grande appassionato di fotografia probabilmente ha impressa nella memoria l’immagine in bianco e nero di quella giovane coppia che si dà un bacio appassionato nella place de l’Hôtel de Ville di Parigi, incurante degli sguardi dei passanti,. Parliamo della fotografia più famosa di Robert Doisneau. Insieme a Cartier-Bresson, Doisneau è considerato uno dei padri fondatori della fotografia umanista francese e del fotogiornalismo di strada. Con il suo obiettivo cattura la vita quotidiana degli uomini e delle donne che popolano Parigi e la sua banlieue, con tutte le emozioni dei gesti e delle situazioni in cui sono impegnati. Palazzo Roverella renderà omaggio a questo al maestro attraverso una mostra originale, capace di rivelare al pubblico delle opere la cui vocazione è, appunto, catturare momenti di felicità come questo. Informazioni.


2. McCurry a Palazzo Sarcinelli, Conegliano (Treviso). Dal 6 ottobre 2021 al 13 febbraio 2022

RAJASTHAN, INDIA, 2010 STEVE McCURRY

Steve McCurry è un artista, prima che fotografo documentarista ed ogni fotografia, che sia stata commissionata o meno, riflette pienamente la sua visione intellettuale dell’uomo e della natura: un umanista nel pieno senso del termine, che ama gli esseri umani in tutte le sue manifestazioni prediligendo spesso, da un punto di vista compositivo, i primi piani ravvicinati che gli permettono di entrate in totale empatia con i soggetti scelti. La mostra proposta a Palazzo Sarcinelli, “Steve McCurry. Icons”, è un percorso immersivo dentro lo stile e la poetica del grande fotografo americano. Un viaggio che porterà i visitatori alla visione di oltre 100 fotografie selezionate tra migliaia di scatti realizzati nel corso di una carriera quarantennale. Informazioni.

3. Mario De Biasi alla Casa dei Tre Coi, Venezia. Fino al 9 gennaio

DE BIASI

È già iniziata, ma dura fino al 9 gennaio 2022 l’ampia retrospettiva “Mario De Biasi. Fotografie 1947-2003”, dedicata a uno dei più grandi fotografi italiani, instancabile narratore del mondo, alla Casa dei tre Oci di Venezia. La rassegna, frutto di un’immensa ricerca nell’archivio De Biasi, raccoglie 256 fotografie, metà delle quali inedite, ripercorrendo l’intera produzione di Mario De Biasi, dagli esordi della sua collaborazione con la rivista Epoca fino agli ultimi lavori. Informazioni.

4. Biennale Bassano Fotografia, Bassano del Grappa (Vicenza). Dall’11 settembre fino all’1 novembre 2021

FRANCO FONTANA

Bassano Fotografia non è una mostra, ma una serie di esposizioni diffuse in bellissime sedi del centro storico di Bassano del Grappa, una rassegna di immagini e idee che rappresentano un interessante panorama sulla ricerca fotografica degli ultimi anni. Tra i numerosi fotografi che espongono, ci saranno ad esempio Franco Fontana, Giulio Di Sturco, Carla Iacono, Camille Brasselet, Stefano Scatà. Il bello di questa manifestazione, comunque, è anche vedere partecipare tutta la città: piccole e grandi mostre fotografiche in questo periodo di possono scoprire anche nei negozi, nei bar, nelle farmacie, nelle librerie, nei panifici… ovunque, insomma. Informazioni.

5. Festival della Fotografia Etica di Lodi. Dal 25 settembre al 24 ottobre 2021.

Saving Orangutans, Alain Schroeder

Anche il Festival della Fotografia Etica di Lodi è un grande affresco fotografico realizzato dai migliori fotogiornalisti ed esposto in chiostri, parchi, musei e piazze. Oltre 20 mostre, ma anche conferenze, presentazioni di libri, video-proiezioni, visite guidate con gli autori. «Con questa edizione – spiega l’organizzazione – si vuole tornare ad una normalità “con attenzione”, per guardare oltre le nostre preoccupazioni quotidiane, per ricordarci che il mondo continua ad avere mille storie da conoscere e mille sfide da vincere.Vogliamo tornare non solo a vedere gli scatti dei fotografi, ma a sentire la loro voce, condividere le loro storie e amplificarle». Informazioni

6. Le donne e la fotografia alla Fondazione Luciana Matalon di Milano. Dall’8 ottobre al 28 novembre 2021

È dedicata allo sguardo femminile nell’arte fotografica e al contributo innovativo che le donne hanno dato a tale linguaggio, l’ampia esposizione “Le donne e la fotografia” presentata alla Fondazione Luciana Matalon di Milano: 90 fotografie originali di altrettante artiste fotografe per raccontare il punto di vista femminile in campo fotografico e il suo processo di evoluzione nell’arco di quasi un secolo. Tra i nomi di rilievo: Diane Arbus, Margaret Bourke-White, Gerda Taro, Lisette Model, Sandy Skoglund, Marina Abramovic, Tina Modotti, Gina Pane, Francesca Woodman. Informazioni.

7. “Capa in color” alle Gallerie Estensi, Modena. Dall’11 settembre 2021 al 13 febbraio 2022.

Robert Capa, Ava Gardner sul set della Contessa Scalza, Tivoli, Italia,1954. © Robert Capa International Center of PhotographyMagnum Photos

Per la prima volta in Italia, gli scatti a colori di Robert Capa, il grande fotografo di guerra. Capa è internazionalmente noto come maestro della fotografia in bianco e nero, ma lavorò regolarmente con pellicole a colori dal 1941 fino alla morte, nel 1954. Sebbene alcune fotografie siano state pubblicate sui giornali dell’epoca, la maggior parte degli scatti a colori non era ancora stata presentata in un’unica mostra. Informazioni.

8. Ferdinando Scianna Due Scrittori. Leonardo Sciascia E Jorge Luis Borges. Reggia di Colorno, Parma. Dal 12 settembre all’8 dicembre 2021.

FERDINANDO SCIANNA / MAGNUM PHOTOS
FERDINANDO SCIANNA / SCIASCIA MAGNUM PHOTOS(c) Ferdinando Scianna/Magnum Photos

Il Piano Nobile della Reggia di Colorno, accoglie Leonardo Sciascia e Jorge Luis Borges, ciascuno raccontato da una sequenza di 22 ritratti di Ferdinando Scianna. Ritratti dell’amico di una vita (Sciascia), dato il personale stretto rapporto che intercorse tra il fotografo e lo scrittore siciliano, e di un gigante della letteratura del Novecento (Borges), le cui opere tanto hanno affascinato anche Scianna. L’occasione è data dall’edizione 2021 del Colorno Photo Life che sempre qui porterà anche “Uno sguardo di donna su volti, corpi, paesaggi” della fotografa Carla Cerati (dal 16 ottobre all’8 dicembre). Informazioni.