Il “Sogno” di Malika si realizza a Venezia

Tempo di lettura: 3 minuti
Malika Fe Venezia
Non ci sono limiti di età per realizzare i propri sogni. Però per riuscirci bisogna crederci e mettercela tutta. Questa è la storia di Malika Fé, cantante parigina, ma ormai veneziana d’adozione, che a  cinquant’anni ha realizzato il proprio sogno, quello di fare ascoltare e pubblicare la sua musica, e che giovedì 5 agosto alle 20.30, sulla terrazza panoramica dell’Hotel Carlton On The Grand Canal di Venezia, verrà a presentare in anteprima il suo nuovo cd “Rêve”, nell’ambito della maratona di musica e solidarietà Women fo Freedom In Jazz.

Da Parigi a Venezia

Nata a Parigi, Malika, con la sua voce calda e avvolgente, interpreta in chiave acustica gli standard jazz mantenendo quel “jazz french touch” molto personale che la rende unica. «Non ho un percorso classico, – ci racconta l’artista – mi potrei definire autodidatta. Ma ho un’enorme passione per la black music in generale e soprattutto per il jazz. Ero adolescente quando ho sentito alla radio Sarah Vaughan cantare e ho pensato: “cos’è questa roba?”.  Ero proprio incantata e sono corsa in un negozio di dischi a Parigi alla ricerca di questa artista. Da allora non ho mai smesso di ascoltarla e di ascoltare la musica jazz. Da ragazza avevo iniziato a cantare, ma la vita con i suoi avvenimenti mi ha allontanato da questa attività. Poi, all’età alla quale tanti professionisti iniziano a pensare di smettere o di rallentare, io sono partita».

Ecco il Sogno

lI suo nuovo cd, “Rêve” (sogno in francese), composto da nove brani, è una raccolta di piccole storie di sorellanza, libertà, amore, social media. Ma “Rêve” è anche il titolo di un suo brano che invita a darsi da fare: “se avete un sogno, realizzatelo!”. I musicisti presenti nel disco sono Lello Gnesutta e Dario Zennaro. Più, in fase di registrazione, Stefano Gajon e Davide Michieletto. Il linguaggio è francese, italiano ed inglese.

Il concerto

Giovedì 5 agosto alle 20.30 presentazione in anteprima del suo nuovo album all’Hotel Carlton per Women for Freedom in Jazz. L’ingresso  al concerto è con prenotazione e cena obbligatoria, senza maggiorazioni (tel. 0412752200 o info@carltongrandcanal.com), scegliendo tra le specialità del menu alla carta del Ristorante La Cupola, oppure approfittando dell’offerta speciale che l’Hotel Carlton ha riservato solo a questa iniziativa: un piatto a scelta tra quelli del giorno più contorno, dolce, acqua, un calice di vino e caffè a 30 euro.
QUI trovate tutte le informazioni relative alla rassegna di musica e solidarietà Women for Freedom in Jazz, che sostiene l’organizzazione umanitaria Women for Freedom.