/

Tornano gli eventi, tornano i big: vi consigliamo “Resistere” a Bassano

Dal 4 al 20 giugno torna la splendida rassegna letteraria della Libreria Palazzo Roberti nel centro storico di Bassano del Grappa

Tempo di lettura: 6 minuti

Sei anni fa le tre sorelle Lavinia, Veronica e Lorenza Manfrotto, titolari della splendida Libreria Palazzo Roberti di Bassano del Grappa, classificata a buon diritto quale “libreria più bella d’Italia”, lanciavano la rassegna letteraria estiva “Resistere”, proponendo incontri letterari con i più interessanti scrittori italiani (e non solo) nei luoghi più suggestivi della loro città. Il titolo, “Resistere”, è nato dalla loro convinzione che la cultura abbia una risposta ad ogni difficoltà. Questo titolo quest’anno, dopo la pandemia da Coronavirus, ha inevitabilmente un’accezione ancora più forte.

Il segnale forte

È un segnale della volontà di tornare a percorrere il cammino intrapreso, nonostante gli ostacoli da scavalcare. Ma anche un modo, secondo le Manfrotto, per ringraziare le persone che hanno continuato a frequentare e sostenere la libreria e che attendono sempre con ansia questo appuntamento, che nel 2020 non si è potuto tenere: «La libreria – spiegano le sorelle – vive, “resiste”, solo se è cosciente di far parte di qualcosa di più ampio, può crescere solo assieme a chi le sta vicino».

Le tre sorelle Manfrotto, titolari della Libreria Palazzo Roberti

Quindi “Resistere” 2021 ci sarà: dal 17 al 20 giugno in centro a Bassano. E sarà un’edizione da ricordare. 12 eventi per 4 giornate di festival, precedute da 2 anteprime, il 4 e il 6 giugno. Il programma terrà conto di questo momento storico, ma toccherà temi e discipline molto diversi tra loro (donne, mafia, giornalismo, ma anche scienza, economia, storia e arte). Una riflessione “obbligata”, poi, per tutti i protagonisti sarà quella relativa al tema del “ponte”, requisito per inserire la rassegna nell’ampio manifesto delle celebrazioni per la fine del restauro del Ponte Vecchio di Bassano, promosse dal Comune di Bassano del Grappa, nella sezione “Fuori Ponte”.

I big

Ma veniamo ai protagonisti. Oltre ad alcuni dei più interessanti scrittori della scena letteraria e saggistica italiana, si attende un autore internazionale molto amato, lo scrittore israeliano David Grossman, che torna ospite di “Resistere” in un momento molto difficile per il Medio Oriente, offrendo al pubblico l’occasione di ascoltare le sue parole sempre orientate all’impegno civile, all’unione e alla rinascita.

Il programma e due anteprime (dal 4 al 20 giugno)

Venerdì 4 giugno alle 19 lo scrittore Antonio Scurati, incalzato dal giornalista Alessandro Comin, racconterà il protagonista del suo libro “M. Il figlio del secolo”, ovvero Mussolini, fra rigore storico e passione per il romanzo.

Domenica 6 giugno alle 18.30 e alle 20.30, conosciuta su Instagram come Camihawke e con 1,2 milioni di follower, Camilla Boniardi presenterà il suo romanzo d’esordio “Per tutto il resto dei miei sbagli”, dove ha fatto della sua esperienza di vita materia pulsante, vivida, e soprattutto universale.

La rassegna entrerà nel vivo dal 17 al 20 giugno

Giovedì 17 giugno alle 19 al Teatro Tito Gobbi il filosofo evoluzionista Telmo Pievani e il giornalista Federico Taddia indagheranno “La fine delle cose tra scienza e filosofia”, mentre l’alpinista dei record Simone Moro alle 21.15 discuterà con Marianna Zanatta di vette e mete, non solo fisiche.

 

David Grossman


Venerdì 18 giugno Rula Jebreal
, giornalista e scrittrice di origine palestinese, attiva nella lotta per i diritti delle donne, incontrerà la scrittrice Dacia Maraini, per discutere del “tempo delle donne”,  guidate da Alberto Faustini (Sala Da Ponte, ore 17). Pandemia e ripresa il filo conduttore dell’incontro fra i giornalisti Ferruccio De Bortoli e Giorgio Gori, con Alessandra Sardoni (Teatro Tito Gobbi, ore 19); per arrivare alla voce di uno dei più importanti intellettuali contemporanei, David Grossman, da sempre impegnato a raccontare storie di persone “che vivono, talvolta soffrono e sperano”, in un “dialogo necessario” con il giornalista Mario Calabresi (Teatro Tito Gobbi, ore 21.15).

Sabato 19 giugno il designer Riccardo Falcinelli e la stilista Silvia Bisconti ci guidano fra artisti, stili e discipline (Sala Da Ponte, ore 17); due esperti di economia – il conduttore radiofonico Sebastiano Barisoni e l’editorialista del Corriere della Sera Roger Abravanel – ragionano, con Laura Perego, dei diversi aspetti del sistema Italia (Teatro Tito Gobbi, ore 19);  l’autore televisivo e regista Pif e il giornalista e scrittore Marco Lillo si confrontano su donne e mafia, con Maurizio Mannoni (Teatro Tito Gobbi, ore 21.15).

Dacia Maraini

Domenica 20 giugno i noti volti televisivi Alessandro Sallusti e Gianluigi Nuzzi discutono di giornalismo scomodo (Sala Da Ponte, ore 10.30); chiude il fisico e divulgatore scientifico Guido Tonelli indagando il concetto di tempo (Teatro Tito Gobbi, ore 21.15).

Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria, per un massimo di due per prenotante, da effettuarsi di persona alla Libreria Palazzo Roberti di Bassano del Grappa negli orari di apertura. Consigliamo di consultare il sito o i canali social della libreria per ogni aggiornamento.