La giornata delle Dimore Storiche è il 23 maggio, bellezze da scoprire

Tempo di lettura: 8 minuti
il Mascherone di Giardino Giusti

Torna in Veneto l’appuntamento con la Giornata Nazionale dell’Associazione Dimore Storiche Italiane, anche quest’anno organizzata in collaborazione con l’Associazione per le Ville Venete. Domenica 23 maggio palazzi, castelli, ville, parchi, giardini in tutta la regione apriranno gratuitamente le loro porte per accogliere nuovamente tutti coloro che vorranno immergersi in luoghi unici della storia e del patrimonio artistico e culturale.

Le Giornata è stata presentata a Giardino Giusti, a Verona, e rappresenta, dopo i lunghi mesi di restrizioni, un’importante occasione per riscoprire le bellezze del nostro Paese facendo visita a quei complessi monumentali che insieme costituiscono il più grande museo diffuso d’Italia. Extra Mag e Radio Company sono i media partner dell’evento.

Presentazione a Verona a Giardino Giusti della giornata nazionale delle dimore storiche 2021
⊕ Presentazione a Verona, a Giardino Giusti, della XI Giornata Nazionale delle Dimore Storiche 2021 ⊕

In Veneto ci sono 2.899 immobili culturali privati, di questi 1.947 operano in una o più filiere produttive. Nel 2019, ultimo dato disponibile, gli ingressi in un immobile culturale privato sono stati 17,8 milioni (il 39,2% sul dato nazionale). Ingressi che hanno generato un fatturato complessivo di 106 milioni di euro. I numeri dello studio condotto dall’Osservatorio del Patrimonio Culturale Privato testimoniano il potenziale inespresso del patrimonio privato italiano (ville, masserie, castelli, rocche, parchi, giardini e tenute agricole), che ogni anno accoglie 45 milioni di visitatori nelle sue oltre 9.400 dimore.

Ad aprire l’incontro l’assessore alla Cultura del Comune di Verona, Francesca Briani, con il saluto di Livia Imperiali di Giardino Giusti.

“Un patrimonio – ha spiegato Giulio Gidoni, Presidente di Adsi sezione Veneto – di cui si fatica a comprendere e riconoscere l’immenso valore sociale, culturale ed economico, per non parlare delle molte professioni che si nascondono dietro a queste mura e giardini. Apriamo le porte di questi capolavori storici che per restare tali devono godere dell’intervento di artigiani, restauratori e giardinieri super-specializzati: si tratta di professionalità da valorizzare sempre di più e da non perdere; una opportunità per le giovani generazioni”.

Adsi giornata nazionale delle dimore storiche 2021
“L’associazione per le Ville Venete – sottolinea Aldo Rozzi Marin, membro del Direttivo dell’Associazione per le Ville Venete – aderisce anche quest’anno all’iniziativa promossa da Adsi che vede protagoniste le Ville e le Dimore Storiche Italiane: un appuntamento che valorizza questo straordinario patrimonio del nostro territorio rendendolo più accessibile. L’evento di domenica 23 maggio è anche un modo per richiamare l’attenzione di enti locali e istituzioni su un settore che necessita di un maggiore sostegno per far fronte alle complessità della gestione quotidiana e una grande occasione per avvicinare la cittadinanza a questi beni culturali unici al mondo”.

Alla presentazione è intervenuto anche Vincenzo Tinè, Soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Verona, Rovigo e Vicenza che ha sottolineato, ne suo saluto, l’importanza “del lavoro svolto dall’Associazione Dimore Storiche Italiane per la valorizzazione del nostro patrimonio”.

Per garantire sempre il massimo rispetto delle misure di sicurezza previste dall’attuale contesto e consentire, allo stesso tempo, a tutti i visitatori di fruire di questi luoghi incantevoli, ricchi di storia e cultura, è necessario prenotare la propria visita e recarsi alla dimora prescelta provvisti di mascherina.

Tutte le informazioni relative alle modalità di apertura delle singole dimore e alle prenotazioni sono disponibili sul sito di ADSI

Il Concorso fotografico

Novità di quest’anno è il concorso fotografico in collaborazione con Photolux rivolto a tutti gli utenti di Instagram. Per partecipare basta caricare una foto sul proprio profilo usando l’hashtag #giornatanazionaleadsi2021 e #dimoreveneto.

La giuria premierà soprattutto l’originalità degli scatti e selezionerà 25 fotografie che verranno esposte in una mostra nazionale presso Palazzo Bernardini a Lucca dal 4 al 26 settembre 2021, in concomitanza con la mostra dei vincitori del World Press Photo 2021.

Adsi giornata nazionale delle dimore storiche 2021

L’iniziativa vede il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, del Ministero della Cultura e di Confartigianato ed è attuata in collaborazione con la Federazione Italiana Amici dei Musei (Fidam), l’Associazione Nazionale Case della Memoria e Federmatrimoni ed Eventi Privati (Federmep). L’evento è realizzato con il contributo di American Express.

L’Associazione ADSI

L’ADSI è l’associazione Dimore Storiche italiane, Ente morale riconosciuto senza fini di lucro, riunisce i titolari di dimore storiche presenti in tutta Italia. Nata nel 1977, l’Associazione conta attualmente circa 4500 soci e rappresenta una componente significativa del patrimonio storico e artistico del nostro Paese.

L’Associazione promuove attività di sensibilizzazione per favorire la conservazione, la valorizzazione e la gestione delle dimore storiche, affinché tali immobili, di valore storico-artistico e di interesse per la collettività, possano essere tutelati e tramandati alle generazioni future nelle condizioni migliori. Questo impegno è rivolto in tre direzioni: verso i soci stessi, proprietari dei beni; verso le Istituzioni centrali e territoriali, competenti sui diversi aspetti della conservazione; verso la pubblica opinione, interessata alla tutela e valorizzazione del patrimonio culturale del Paese.

Ecco alcune delle dimore che apriranno per la Giornata e che vi consigliamo comunque di vistare durante l’anno:

Giardino Giusti a Verona, Villa Cordevigo, Cavaion Veronese, Villa Pellegrini, Grezzana, Villa Boschi, Isola della Scala, Villa Ca’ Vendri, Quinto di Verona, Villa Betteloni, San Pietro in Cariano; in provincia di Vicenza: Villa Angarano Bianchi Michiel, Bassano del Grappa, Villa da Schio,Castelgomberto, Villa Zileri Motterle, Monteviale, Villa Manzoni Valcarasa, Sarego, il Castello di Thiene, Thiene, Palazzo Cornaggia, Thiene, Villa Fabris, Thiene, Villa Trissino a Cricoli, Vicenza, Villa Valmarana ai Nani, Vicenza; in provincia di Treviso Villa Grimani Morosini Gatterburg, Albaredo, Villa Perocco, Carbonera, Villa Tiepolo Passi, Carbonera, Villa Morosini Lucheschi, Colle Umberto, Villa Verecondi Scortecci, Colle Umberto, Villa Lattes, Istrana, Abbazia del Pero Porcellato Zorzi, Monastier di Treviso, Castello di Roncade, Roncade, Castello San Salvatore, Susegana; in provincia di Belluno: Villa de Mezzan, Feltre; villa Vellaio di Suni detta San Liberale, Feltre; Villa Villalta, Feltre; in provincia di Padova: Villa Roberti, Brugine, Villa Petrobelli, Maserà, Casa Conti, Padova, Palazzo San Bonifacio Ardit, Villa Estense. In provincia di Venezia: Villa Correr Agazzi, San Stino di Livenza, Villa Widmann Rezzonico Foscari, Mira, Batteria Sant’Erasmo, Isola di S. Erasmo, Venezia, Palazzo Bollani, Venezia;