Quattro passi sulla riva del lago, ecco dove

Tempo di lettura: 7 minuti
riscoperta dei laghi
Lago di Sorapis Foto Francesca Chicca

Ora che si può quattro passi sulla riva del lago non si negano a nessuno.

Il Veneto, come regione del nord Italia, offre ottime location lacustri per le nostre gite, weekend e soggiorni. Ecco ecco qualche spunto fatto di natura e attività sportive.

Per la maggior parte questi specchi d’acqua si trovano tutti nella parte nord settentrionale, proprio per la conformazione fisica della regione. Alcuni grandi, altri più piccoli, tutti possono soddisfare la voglia di trovare montagna e mare assieme.

Lago di Santa Croce

Lago di Santa Croce, Foto di ProLoco Bellunesi

Partiamo con il Lago di Santa Croce, situato nella zona dell’Alpago in provincia di Belluno. Si trova a metà strada tra Vittorio Veneto e Longarone e ad est di Belluno, ed è lungo più di 4 km. E’ adeguatamente ventilato per chi vuole praticare sport acquatici come windsurf, kitesurf e vela. Il kitesurfing è uno sport recente. Nato nel 1999 come variante al surf, consiste nel farsi trainare da un aquilone, che usa il vento come propulsore. Ma ovviamente c’è anche la spiaggia di Poiatte dove d’estate ci si può rilassare al sole. Sulla sponda occidentale si trova Farra D’Alpago, un antico paesino che si è sviluppato notevolmente negli anni ’70-’80. La località si estende anche per oltre mille metri di quota ed è ricca di pascoli e foreste secolari di faggi e abeti.

Lago di Misurina

Lago di Misurina, Wikipedia

A nord est di Cortina continuiamo la riscoperta dei laghi trovando il Lago di Misurina, uno dei più importanti e storici laghi del Veneto. E’ anche il più grande del Cadore, se consideriamo quelli naturali. Si trova ai piedi del gruppo del Sorapiss ad una altitudine di 1756 metri s.l.m. Si trova proprio nel punto d’incontro tra le strade che provengono da Auronzo, Dobbiaco e Cortina D’Ampezzo. A sud il lago è sovrastato dall’edificio dell’Opera Diocesana San Bernardo, una struttura d’avanguardia per la cura delle malattie respiratorie pediatriche. E dona quel particolare tocco cinematografico che lo rende unico nel suo genere. Bellissima la passeggiata completa attorno al lago, in bilico tra acqua e bosco. Pedalò d’estate e possibili passeggiate d’inverno, quando l’acqua è completamente ghiacciata.

Lago di Sorapiss

Lago di Sorapis Foto Francesca Chicca

A sud di Misurina, dopo un comodo sentiero che parte da Passo Tre Croci, trovate questo splendido laghetto, dai colori ciano e cerulei. Il lago è protetto dal “superbo colonnato delle Tre Sorelle e dall’ardita guglia del Dito di Dio”, dichiarate patrimonio Unesco. Alla base, lo storico rifugio Alfonso Vandelli, m. 1928. Portatevi una crema ad alta protezione dai raggi solari, perché nelle giornate più soleggiate tornerete a casa con una bella abbronzatura.

Lago di Alleghe

Lago di Alleghe, Foto Laghetti Alpini

A sud ovest della Croda da Lago si trova invece il Lago di Alleghe, ammirabile direttamente dalla strada che proviene dall’Agordino. Tappa fondamentale quella al Bar “alla Caminada”. Incastonato tra alcune alture ad una quota di m. 966, anche questo specchio d’acqua si presta a sport velistici e noleggio pedalò e kayak. La sua nascita si deve ad un tragico evento capitato l’11 gennaio 1771, quando una frana travolse il villaggio di Rieti bloccando il naturale deflusso del fiume Cordevole.

Lago del Mis

Lago di Mis, Foto Meteoweb

A nord di Sospirolo, Belluno, si trova il Lago del Mis, forse il meno attrezzato tra i laghi qui descritti, ma altrettanto avventuroso. E’ in una posizione un po’ “fuori mano”, rispetto ad altri laghi e questo ne aumenta il fascino. Il lago è pieno di insenature e alture: in ogni caso troverete una sistemazione adeguata e tranquilla per il vostro pic-nic. Anche in questo caso gli sport acquatici sono assicurati. La sua peculiarità è quel tocco di selvaggio che può offrire. E secondo la classifica 2019 dei Laghi più belli d’Italia stilata dal Touring Club, è risultato il secondo lago più bello della Penisola, una posizione avanti al Lago di Garda.

Lago del Corlo

Lago di Corlo, Foto Campinglago

Last but not least, alla nostra riscoperta dei laghi di montagna, il Lago di Corlo, lo trovate timido ma di ampio respiro, nel comune di Arsiè, in provincia di Belluno. Forse è più comunemente noto come Lago di Arsiè e l’area che comprende è veramente ampia, ottima per giornate intere all’aria aperta. E in questo caso ottima per un distanziamento sociale a norma di legge. Si tratta di un lago simile ad uno stretto e sinuoso fiordo norvegese. Ottimo per lunghe passeggiate e giri in pedalò fino alle rive scoscese opposte, anche in insenature piuttosto nascoste.