L’Arte della Domenica, “Automat” di Edward Hopper

Tempo di lettura: 1 minuto
Edward Hopper, "Automat", 1927, Pittura a olio, 71 cm x 91 cm
Edward Hopper, "Automat", 1927, Pittura a olio, 71 cm x 91 cm

“Automat” è un dipinto del 1927 del pittore americano Edward Hopper, che si trova al Des Moines Art Center, in Iowa (USA).
L’artista dipinge una donna sola, seduta a un tavolo, immersa nei suoi pensieri. Il suo volto non è perfettamente visibile ed è coperto da un ampio cappello giallo.
La donna fissa una tazzina e la sua figura non si riflette nella vetrata, al contrario delle luci che illuminano il locale.
Il ristorante appare vuoto. Oltre alla donna, ci sono soltanto oggetti: il termosifone, il tavolo, le sedie.
Il protagonista del dipinto è il silenzio.
Edward Hopper è un’artista che trasfigura la realtà, la astrae e in tutti i suoi dipinti ha saputo cogliere quel senso di inquietudine, di vuoto, diffuso negli Stati Uniti degli anni ’20.