Tecnologia e investimenti nel turismo secondo Daniela Baldelli di Omnia Hotels

Tempo di lettura: 8 minuti
Turismo Investimenti Daniela Baldelli Omnia

Il progetto #RinascitaGlocal a cura di Michael Brioschi Guinet nasce con lo scopo di connettere professionisti dell’ambito del turismo e degli eventi tra di loro, condividendo le loro idee, opinioni e punti di vista sulla situazione extra ordinaria che il settore si trova a dover affrontare. Per questo 10 professionisti si alterneranno in video interviste dedicate per dire la loro sulla situazione attuale e sui possibili scenari del settore al momento della ripresa.

L’ospite di oggi nel progetto Rinascita Glocal è Daniela Baldelli Manager Sales&Marketing del Gruppo Omnia Hotels a Roma. In questa intervista affronteremo temi come tecnologia, investimenti, made in Italy e cercheremo di capire gli scenari del settore post emergenza Covid-19.

 

Quali saranno gli scenari del turismo post emergenza Covid-19?

Quello che emerge è che anche nel momento della ripresa, dovremo imparare a convivere con questo “compagno di viaggio” che andrà sicuramente a cambiare determinati equilibri con tutti quelli che sono gli attori del mondo del turismo.

Dobbiamo imparare molto più a lavorare insieme, imparare a capire che non esistono fornitori e clienti ma esistono persone che devono lavorare insieme per arrivare ad un risultato. Questo può essere il momento migliore per cominciare a collaborare insieme, a guardare un po’ meno il proprio orticello e cominciare ad avere una visione strategica d’insieme.

Questa non è solo una visione empatica, ma anche economica, perché quando si pensa al bene comune, alla fine si pensa anche al proprio bene individuale. Quindi non è solo empatia ma anche lungimiranza in quello che è l’interesse vero. Dobbiamo capire come calarci e come interpretare in maniera concreta questa visione che sarà utile a tutti.

 

E’ possibile mettere il made in Italy a servizio degli eventi per un rilancio di una struttura turistica?

Il made in Italy deve esprimersi non solo attraverso i grandi marchi, che tutti conosciamo e per i quali siamo famosi nel mondo, ma anche attraverso la nostra tradizione dell’artigianato. I nostri artigiani hanno la capacità di trasformare le cose nelle proprie mani in modo unico al mondo, e questo know how deve essere tramandato. Noi attori del turismo dovremmo dare un contributo, dare un visibilità dare supporto a queste eccellenze che ripeto sono uniche al mondo.

Quello che serve in questo momento è il coordinamento. Di idee, proposte, attività se ne vedono tante, di fermento ce n’è tanto, ma dobbiamo augurarci di riuscire a tenere le fila di questo fermento. Vanno benissimo le iniziative dei singoli, va benissimo la proattività ma serve anche un coordinamento a livello nazionale.

In che modo la tecnologia influenzerà gli eventi in futuro?

Si parla molto di un evoluzione del mondo degli eventi che avrà una combinazione di reale/virtuale, i primi eventi saranno per forza di cose, degli eventi ibridi. Il compito di noi strutture turistiche, è farci trovare pronti.

Nel fare questo, è importante che la parte umana abbia anche una parte di relazione non virtuale. È ovvio che magari si potranno eliminare i viaggi di alcuni relatori, che ci saranno convention con platee ridotte ed una parte potrà seguire l’evento on line. Per ognuna declinazione dell’evento dovremo trovare delle combinazioni ad hoc, ma il contatto umano non potrà mai essere sostituito totalmente.

Dobbiamo essere bravi a non contrastare il cambiamento, come si dice spesso, da crisi nascono opportunità. Dobbiamo solo imparare ad indossare questo nuovo abito ed abbracciare il cambiamento.

 

In che modo cambieranno le aspettative di un turista?

Sicuramente, cambieranno tutte le direttive in termini di sicurezza che andranno a colpire la quotidianità del turista durante il suo soggiorno, partendo dal check-in sino ad una colazione a buffet.

Il turista però si aspetterà un approccio diverso anche in termini di relazione personale. Dobbiamo essere tutti un po’ più in connessione con chi abbiamo di fronte. Siamo consapevoli che il viaggiatore partirà con qualche timore in più da casa, ma il nostro compito sarà quello di rassicurarlo, attenzione non da manuale, ma perché ci teniamo sul serio.

Dal momento che i turisti rappresentano la nostra principale fonte di sostentamento, dovremmo imparar ad esser più grati al turista, cosa che non sempre lo siamo stati, imparare a perdere un po’ di quell’atteggiamento di sufficienza che abbiamo in molti casi ed avere, a beneficio, di  un atteggiamento più sincero, genuino e spontaneo nei loro confronti.

Bisogna portare avanti questa filosofia. Trovare un tipo di approccio molto diverso da quello che c’era prima.

Hotel Imperiale, Roma, Omnia Group

 

Michael Brioschi Guinet

Michael, classe 1989, per metà francese per metà toscano, (ecco il perché di due cognomi), poliglotta e una vita con la valigia in mano.

Nel 2020 è ideatore del nuovo concept Glocal Experience, dove aiuta strutture turistiche, attività commerciali e realtà locali ad aumentare le presenze, fidelizzare la clientela e scoprire nuove potenziali nicchie di mercato attraverso la creazione di eventi esperienziali unici indimenticabili e “out of the box” che contribuiscono a dare valore al territorio.

Dal 2018 è attivo come freelancer con il concept “Let it Happen” nella realizzazione di eventi di diversa natura da feste a tema, matrimoni fino a open day e festival a tema. Questo dopo una continua crescita di oltre 15 anni nel mondo del turismo e dell’animazione dove si inserisce fin da ragazzo. La sua passione per i viaggi lo ha portato a lavorare in mete molto ambite come Taormina, St. Moritz e le Maldive, dove grazie anche alla sua passione per l’organizzazione del lavoro, arriva a ricoprire ruoli manageriali, per poi approdare nella litorale Veneto, collaborando con strutture 5 stelle, coordinando e gestendo team di lavoro di oltre 40 persone e divenendo direttore artistico delle strutture e della regia degli eventi.

Grande appassionato di musica, in particolar modo quella pop e commerciale dagli anni 2000 ad oggi, spettacolo, cucina, ed ovviamente viaggi.

Citazioni preferite: nessun cuore ha mai provato dolore quando ha inseguito i propri sogni (P. Coelho)

Per maggiori info, scrivi a Michael: info@letithappenevents.com