L’anello di fuoco che da il via all’estate, l’eclissi anulare (senza fine del mondo Maya)

Tempo di lettura: 2 minuti
eclissi anulare anello di fuoco maya

Le eclissi sono sempre affascinanti con tanto di anello di fuoco e ipotesi di fine del mondo Maya ancora di più. Stamattina, domenica 21 giugno, il passaggio tra la primavera e l’estate, è stato accompagnato dalla comparsa appunto di un misterioso anello di fuoco. Si tratta di una eclissi anulare: la Luna si è frapposta tra la Terra e il Sole senza però riuscire a nascondere completamente la stella che riscalda il nostro pianeta. Non c’è stata quindi una cosiddetta eclissi totale ma solo parziale del disco solare. Si è potuta quindi vedere la sagoma della Luna lasciare spuntare attorno a se un anello di luce.

L’eclissi è cominciata alle 6:56, ora italiana. Chi ha tentato di vederlo dal Nord Italia è rimasto deluso: l’eclissi è stata visibile in forma parziale solo da Roma in giù, mentre dall’Italia centro-settentrionale è purtroppo stato impossibile osservarla. Ma qui sotto potete ripercorrere il viaggio della Luna che si frappone al sole grazie al Virtual Telescope Project e la voce dell’astrofisico Gianluca Masi.

Per buona pace dei catastrofisti, che avevano preannunciato la fine del Mondo nelle ultime 24 ore, confermiamo che sia amo ancora qua.

Il richiamo più forte in questi ultimi giorni era stato al calendario Maya che pareva prevedere l’Apocalisse il 21 giugno 2020 mentre la previsione del 21 dicembre del 2012 (per chi se la ricordasse) pare fosse in realtà stata frutto di un errore di calcolo.