Pronuncia il fatidico “Si” alla Tomba di Giulietta e a Palazzo Barberi a Verona

Tempo di lettura: 3 minuti
Verona

Finalmente è possibile tornare a pronunciare il fatidico “Si” alla Tomba di Giulietta e a Palazzo Barberi a Verona. La promessa più importante della propria vita ritorna protagonista in luoghi d’eccezione grazie alla ripresa del progetto Sposami a Verona.

Quanti di voi hanno dovuto rinviare le nozze a causa del coronavirus? E chissà quanti avevano in programma di celebrarle proprio in questi luoghi magici e pieni di romanticismo?

In collaborazione con Comune di Verona, infatti, riprendono le celebrazioni dei matrimoni in alcune sedi comunali. In particolare le più idonee a garantire distanze di sicurezza e percorsi dedicati agli sposi e ai loro ospiti. Qui le informazioni utili per avviare la procedura delle nozze.

Il progetto ‘Sposami a Verona’ riparte, quindi, da sala Galtarossa, al Museo degli Affreschi, dove la capienza totale sarà di massimo 16 persone. Disponibile anche sala Arazzi a Palazzo Barbieri, dove invece il numero dei presenti potrà salire a quota 24.

Museo Degli Affreschi, Verona

Palazzo Barbieri è stato colpito dal nubifragio dello scorso weekend riportando alcuni danni. Si tratta di alcuni distaccamenti di elementi in tufo dalle colonne delle tre facciate interessate maggiormente. Si è subito proceduto a mettere in sicurezza l’area con un transennamento da parte dei Vigili del Fuoco.

Le celebrazioni riprendono anche nelle Ville che hanno aderito al progetto comunale. I proprietari hanno già confermato di poter garantire il rispetto delle norme vigenti, rivedendo a loro volta le capienze delle sale interne. Qui l’elenco completo.

Naturalmente, per accedere alle sale bisognerà indossare la mascherina e osservare le norme di sicurezza vigenti. Distanziamento sociale e igienizzazione delle mani. Non potranno, dunque, presenziare alle cerimonie coloro che avranno una temperatura uguale o superiore a 37.5 gradi, o presenteranno sintomi influenzali. Così come quanti dovessero aver avuto contatti con persone positive al Covid-19 nei precedenti 14 giorni.

Sala Arazzi, Palazzo Barbieri
Sala Arazzi, Palazzo Barbieri, Verona

“Un bel segnale di ripresa, dopo mesi in cui tutto si è fermato e numerose cerimonie sono state annullate”, spiega l’assessore ai Servizi demografici Daniele Polato. “Queste sale di grande pregio, proprio per le loro dimensioni, ci permettono di far rispettare il distanziamento sociale e, quindi, di assicurare a tutti i partecipanti la massima sicurezza. Garantire le cerimonie significa evitare disagi alle coppie, che possono celebrare le nozze assieme ai loro cari, e ridare impulso ad un settore economico rimasto fermo per mesi”.