Villa Cavazza Querini, una residenza d’epoca di charme in Friuli Venezia Giulia

Villa Cavazza Querini, sorge a Visinale, frazione di Pasiano di Pordenone. Si contraddistingue per essere una tra le più antiche del Friuli occidentale.

Tempo di lettura: 2 minuti
Villa Cavazza Querini
Villa Cavazza Querini Friuli Venezia Giulia

Villa Cavazza Querini, sorge a Visinale, frazione di Pasiano di Pordenone. Si contraddistingue per essere una tra le più antiche del Friuli occidentale. L’Ala Ovest di quest’autentica Villa Veneta venne rilevata da una famiglia locale. Un accurato progetto di restauro venne aviato con passione e dedizione. Recuperando l’intera residenza, sviluppata su tre piani, è stato avviato un esclusivo Bed & Breakfast: Ca’ Settecento.

Villa Cavazza Querini si trova immersa nel verde della campagna. E’ localizzata in un punto strategico per chi vuole visitare il territorio o spostarsi per impegni lavorativi. Il tutto al confine tra Friuli e Veneto, tra Treviso e Pordenone. Dopo un accurato restauro è divenuta una residenza d’epoca, arredata in stile e in armonia, dove soggiornare in un ambiente accogliente e ricco di ospitalità.

La residenza fu completata nel 1542 su commissione della famiglia veneziana dei Cavazza. In realtà la famiglia è di origini bergamasche, ma venne coinvolta in importanti attività diplomatiche a Venezia.

Nel 1643 la proprietà della villa passò ad una nobile famiglia dell’aristocrazia veneziana: i Querini di Candia, del ramo di Santa Giustina. Appartenente a tale famiglia fu Pietro Querini, patrizio veneziano e membro del Maggior Consiglio della Serenissima. Tra l’altro è storicamente ritenuto importatore in Italia dello stoccafisso: la storia, infatti, narra che, nel 1431 il Querini fu vittima di un naufragio che lo portò ad approdare fortuitamente in Norvegia. Lì apprese le tecniche di pesca e di conservazione dello stoccafisso che promosse e diffuse una volta ritornato in terra veneta.

L’intera villa è circondata da un muro di cinta ornato da pregevoli statue settecentesche. Davanti al palazzo restano, a memoria, alcune statue decapitate per mano dei tedeschi durante l’occupazione della Prima Guerra Mondiale.

Il b&b Ca’ Settecento offre camere per ospiti che, arredate con eleganza e semplicità, regalano sensazioni esclusive a chi vi soggiorna. Disponibili saletta per colazioni-brunch, due sale per la cena, una piccola biblioteca con volumi storici ed un accogliente salottino. Nel salottino è possibile concedersi momenti di relax o di intrattenimento con altri ospiti.

Villa Cavazza, Il Giardino