“Sulla linea tra giorno e notte. Viaggio nel Veneto del benessere e della crisi” di Alessandro Corrado Baila

Tempo di lettura: 1 minuto

Un viaggio nel Veneto dal 2008 a oggi, la cui narrazione è dolce e onirica da un lato, iperrealistica e ironica dall’altro. Dopo la rievocazione del concepimento dell’autore nell’allora ricco Nordest, anch’essa ironica e ricca di riferimenti musicali, si aprono una dopo l’altra nove sezioni tematiche. I temi sono l’amore, il lavoro, la disoccupazione e quel che ne consegue, la musica e la notte, ma anche il viaggio e il desiderio di fuga dal Veneto odierno. Come nel racconto omonimo, nel libro lo sguardo vaga – e spesso divaga – a seconda di quanto vede e sente intorno a sé, evocando e unendo nella narrazione le immagini, le voci e le emozioni più disparate.

Alessandro Corrado Baila, classe 1982, vive a Bassano del Grappa (VI) e lavora come insegnante di tedesco e come traduttore. Le sue prime due raccolte di racconti Una domenica di tanti anni fa (2016) e Autostrada per la follia (2017) sono state entrambe premiate al Premio Letterario Internazionale Mondolibro. Alessandro Baila è autore anche di poesie, alcune presenti in una silloge e online. L’autore ha scritto anche diversi diari per così dire “in versi liberi”. Sulla linea tra giorno e notte è la sua quarta pubblicazione.

Editore: Il Torchio
Formato: 15×21
Pagine: 225
Prezzo: € 14,00
ISBN: 9788898669776