Tra archeologia e letteratura, Eridanea, I miti sulle acque del basso Po-Eridano

Tempo di lettura: 3 minuti

Giovedì 25 luglio 2019, alle ore 21 presso la sala polivalente P. Rovigatti in via Gramsci a Stienta (Ro) si terrà l’Anteprima, aperta al pubblico, di ERIDANEA.
Con la produzione a cura di I RACCCONTI DEL BASILISCO, Compagnia di teatro da camera, in associazione con TPO, Teatro Polivalente di Occhiobello, condotto da Ferdinando De Laurentis, Eridanea nasce come progetto di divulgazione narrativa di una ricerca storica in atto. Il tema riguarda appunto la storia dei territori attorno al Po-Eridano e delle popolazioni che anticamente qui si insediarono, mediante l’ottica dei miti. Per raccontare queste leggende si sono scelte varie modalità che presuppongono l’uso di differenti supporti nel trattamento della stessa materia. Le principali sono: un audiolibro che nel testo scritto riporta le “sceneggiature” da leggere e nel disco offre un avvincente sequenza di “recitazioni lette”.  Sono racconti teatrali dove le notizie e ipotesi archeologiche si combinano con forme di letteratura, matura, appassionata, tesa ad umanizzare lontane esperienze e quindi a renderle contemporanee, ma pure universali.  Nel contempo si sta realizzando la messa in scena dei tre brani per rappresentare dal vivo l’opera sotto forma di rassegna teatrale.  Oltre all’audiolibro (testi originali + CD), libro cartaceo, rassegna teatrale, sono in programma la realizzazione di video interviste ai direttori dei musei ed esperti, convegni, attività per le scuole.  Pertanto saranno elaborati piani particolareggiati che formeranno il progetto unitario da svilupparsi nel triennio 2019/2020/2021.

Durante l’anteprima sarà illustrato l’intero progetto e sarà commentata l’opera già realizzata, ovvero il volume con disco dal titolo: TRE MITI SULLE ACQUE DEL BASSO PO-ERIDANO. Gli episodi sono FETONTE, Favola per adulti, ma non troppo. DEDALO E ICARO, ARGONAUTI. Progetto e regia di SERGIO ALTAFINI, testi scritti con l’autore SERGIO GNUDI), direttore di registrazione e casting Marino Bellini, per l’Editrice IL TORCHIO di Padova. Sono i miti che per primi hanno avuto eco sui territori del basso Po, a cui seguiranno altre edizioni con nuove narrazioni. Infatti l’argomento del cambiamento che si richiama alle classicità letterarie della metamorfosi si riafferma ancora prepotentemente contemporaneo. Nei tempi moderni, potrà essere la prima volta che si lavora attorno ad un progetto di certo ambizioso, ma sicuramente affascinante come questo a cui è stato affidato un valore di identificazione.

Durante la serata verranno omaggiati gli attori che hanno preso parte alla realizzazione del disco, mettendo in evidenza il talento e l’alta qualità interpretativa che emergono da questi luoghi.