Col Vetoraz celebra i 25 anni con un grande evento di gala

Tempo di lettura: 3 minuti

300 ospiti illustri, istituzioni del territorio, personalità di spicco dell’imprenditoria veneta, una rappresentanza delle 25 persone che nel corso del 2018 hanno ricevuto uno speciale riconoscimento dall’azienda, professionisti e giornalisti ma anche numerosi amici, oltre naturalmente allo staff aziendale al completo tra dipendenti e agenti, hanno preso parte alla serata di gala tenutasi lo scorso weekend nella sede di Col Vetoraz a Santo Stefano di Valdobbiadene.

Un evento che i tre soci Francesco Miotto (famiglia fondatrice), Loris Dall’Acqua (enologo) e Paolo De Bortoli (agronomo) hanno voluto ospitare ‘in casa’ per chiudere sul territorio le celebrazioni del venticinquesimo anniversario dalla fondazione, in un’atmosfera di grande raffinatezza ma allo stesso tempo di gioiosa convivialità.

Una mise en place scenografica, giochi di luce e buona musica sono stati il leit motiv di una serata memorabile, che si è aperta con un aperitivo servito nello spazio panoramico antistante l’azienda, situata sul punto più alto fra quelle dell’intera denominazione, affacciato a perdita d’occhio sull’anfiteatro dei vigneti, al quale é seguita una cena placé introdotta da un concerto eseguito dalnoto chitarrista e compositore Massimo Scattolin.

I soci hanno poi consegnato un attestato di riconoscenza ai dipendenti Laura Bisol, Gian Battista Corrent ed Emiliano Gallina, che lavorando in azienda fin dall’inizio con encomiabile dedizione e impegno, l’hanno vista crescere giorno per giorno nell’arco di venticinque anni. Un dovuto riconoscimento è andato inoltre al prof. Giorgio Palù, Professore ordinario di Microbiologia e Virologia, Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Padova nonché Presidente della Società Europea ed Italiana di Virologia, da molti anni grande estimatore e brand ambassador degli spumanti Col Vetoraz. ‘Fin dagli anni in cui ero in Francia – ha detto Palù – quando mi si stuzzicava spesso sulla qualità dello champagne, io portavo in alto le virtù del Valdobbiadene DOCG, la sua indiscutibile qualità e l’eccellenza della terra d’origine.”

“Essere circondati da tanti amici  – hanno commentato con emozione i tre soci – per celebrare insieme un momento professionalmente e umanamente così importante, è per tutti noi motivo di grande gioia ed orgoglio. Molti di loro ci hanno accompagnato in questi anni di crescita, fatti di impegno e sacrificio ma sostenuti da tenacia e passione infinita, dal rispetto per un territorio al quale dobbiamo tutto e che è il protagonista della significativa evoluzione percorsa da Col Vetoraz in nome della qualità, mirando sempre all’eccellenza. Nostro compito ora, forti di quanto conquistato fino a qui, è di guardare avanti con fiducia perché i prossimi 25 anni siano altrettanto proficui e vincenti”.

A tutti i presenti è stata consegnata una monografia, un compendio fotografico e testuale in edizione limitata sulla storia di questa esemplare realtà imprenditoriale, in ricordo di questo importante momento celebrativo. L’evento si è concluso con un frizzante after dinner party che tra musica e cocktail ha accompagnato i nottambuli fino alle prime luci dell’alba.