TORNA IL FESTIVAL INTERNAZIONALE DEDICATO ALL’ARTE VETRARIA, CON OLTRE 180 INIZIATIVE IN PROGRAMMA

Tempo di lettura: 8 minuti

Sono più di 150 le realtà, per un totale di oltre 180 eventi tra Venezia, Mestre e Murano, che dal 9 al 16 settembre 2018 parteciperanno alla seconda edizione di The Venice Glass Week, il grande festival internazionale dedicato all’arte vetraria, nato per celebrare la risorsa artistica e produttiva per cui la città lagunare è rinomata a livello globale: il vetro. Anche quest’anno l’iniziativa, promossa dal Comune di Venezia e ideata da tre fra le principali istituzioni culturali veneziane che da anni lavorano sul tema – Fondazione Musei Civici di Venezia, Fondazione Giorgio Cini, Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti – e dalla più importante realtà associativa di settore, il Consorzio Promovetro Murano, gestore del marchio della Regione del Veneto Vetro Artistico Murano, ha attratto moltissime adesioni, segnalando un incremento del 20% rispetto alla prima edizione del festival.
Centinaia sono state infatti le richieste pervenute che sono poi state selezionate dal comitato scientifico introdotto quest’anno, presieduto dalla storica del vetro veneziana Rosa Barovier Mentasti, e composto dai critici e curatori Chiara Bertola e Jean Blanchaert, dalla giornalista Uta Klotz, direttrice della rivista tedesca Neues Glas e dal chimico Marco Verità, docente universitario esperto nella composizione di materiali vitrei. Le numerosissime richieste, provenienti da fondazioni, gallerie d’arte, istituzioni museali – tra cui si segnala l’adesione da quest’anno di Peggy Guggenheim Collection, di Palazzo Fortuny e del Museo di Storia Naturale -, enti culturali, università, istituti di formazione superiore ma anche vetrerie, fornaci, aziende, artisti e privati collezionisti italiani e stranieri, confermano la grande vivacità della scena artistica, culturale e produttiva in città e l’attrattiva di un tema così sentito anche all’estero.
Il programma del festival diffuso The Venice Glass Week sarà composto dalle iniziative più variegate e disseminate in tutto il territorio, che quest’anno estende anche alla terraferma i suoi confini, vedendo Mestre tra i suoi centri nevralgici, insieme a Venezia e Murano. Le iniziative – per la maggior parte a ingresso gratuito – mostre, visite guidate, convegni, seminari, premiazioni, proiezioni, attività didattiche, gare podistiche tra le fornaci, feste, aperitivi e fornaci aperte avranno tutte come tema principale il vetro artistico e si rivolgeranno a pubblici di tutte le età.
Tutte le informazioni sulle iniziative saranno presto disponibili sui profili social della manifestazione (facebook, twitter e instagram) e sul sito www.theveniceglassweek.com.
La “settimana del vetro” avrà inizio la sera di sabato 8 settembre al Museo del Vetro di Murano con l’inaugurazione della mostra Mario Bellini per Murano a cura di Gabriella Belli e Chiara Squarcina. L’esposizione presenta l’opera in vetro di Mario Bellini, personalità che ha segnato la storia dell’architettura e del design internazionale grazie alla sua intensa attività nel settore del disegno industriale.
Il festival entrerà poi nel vivo domenica 9 settembre con l’inaugurazione della mostra La vetreria M.V.M. Cappellin e il giovane Carlo Scarpa 1925-1931, a cura di Marino Barovier a LE STANZE DEL VETRO e dedicata all’importanza che ha avuto la M.V.M. Cappellin & C. nella Murano degli anni Venti e l’inizio degli anni Trenta. Animata dall’entusiasmo e dalla passione di Giacomo Cappellin infatti, dalla fine del 1926 la fornace vide anche l’intervento del giovane architetto veneziano Carlo Scarpa, attivo in azienda fino al 1931. A San Giorgio, nel giardino di fronte alla sede espositiva, il visitatore potrà inoltre ammirare la monumentale scultura in vetro dell’artista americana Pae White, Qwalala, muro curvo lungo 75 metri, realizzato con migliaia di mattoni di vetro colorati, colati a mano. In occasione di The Venice Glass Week, il Centro Studi del Vetro propone durante tutta la settimana Open Glass Archives, la possibilità di visitare l’Archivio del Vetro e la biblioteca specializzata, organizzando sopralluoghi guidati negli spazi della Fondazione Giorgio Cini. La Fondazione Giorgio Cini, inoltre, ospiterà la prima grande esposizione dedicata alla maestria artigiana europea, Homo Faber: Crafting a more human future, organizzata dalla Michelangelo Foundation for Creativity and Craftsmanship: dal 14 al 30 settembre, un evento culturale di rilevanza internazionale, che mette sotto i riflettori il meglio dei mestieri d’arte rari, contemporanei e tradizionali, e dei loro legami con il mondo del design, con una sezione dedicata al vetro curata da Jean Blachaert.
Tra le iniziative organizzate dal Comitato promotore di The Venice Glass Week, ricordiamo poi la settima edizione delle Giornate di studio sul vetro veneziano, appuntamento annuale tra i più importanti per gli studiosi del vetro, a cura dell’Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti. Dal 10 al 12 settembre, nel corso delle “Giornate” esperti e appassionati provenienti da tutto il mondo – curatori di musei, studiosi, collezionisti, restauratori, artisti del vetro – si confronteranno su una particolare e antica tecnica di lavorazione del vetro: il Vetro soffiato a stampo, a mezza stampaura e applicazioni a caldo attraverso i secoli. Durante The Venice Glass Week, mercoledì 12 settembre, si terranno inoltre le cerimonie di premiazione dei premi Glass in Venice e Riedel, mentre l’esposizione delle opere vincitrici sarà aperta al pubblico fino al 14 ottobre. Dal 9 al 16 settembre il Consorzio Promovetro Murano organizza invece a Palazzo Querini un’installazione multimediale ispirata al vetro: Glasses Archipelago vuole infatti rappresentare la varietà della produzione artistica muranese attraverso vetri scelti ad hoc. Inoltre il Consorzio riproporrà anche per questa seconda edizione degli itinerari alla scoperta del vetro di Murano: i percorsi di Murano Glass Experience accompagneranno il visitatore a osservare i maestri vetrai al lavoro in quelle fornaci e in quei laboratori dell’isola normalmente non accessibili al pubblico, aperti eccezionalmente per l’occasione. Gli eventi organizzati dal Comitato promotore sono solo una parte delle iniziative che daranno vita a The Venice Glass Week, che, oltre agli appuntamenti più strettamente legati al vetro, vede anche iniziative legate alla poesia, alla musica e al cinema. Non mancheranno infine le attività per bambini, organizzate da Artsystem; aperitivi e cene a tema; visite guidate e anche l’edizione 2018 de La Bocca del Fuoco, gara podistica notturna organizzata dalla ASD Venezia Runners Atletica Murano in cui i partecipanti sabato 15 settembre correranno tra le calli e i ponti di Murano lungo un percorso illuminato da candele, attraversando sei fornaci del vetro in piena attività.